Etica immobiliare

Immobile in evidenza

BRESSO (MI), Via Ambrogio Strada, appartamento di TRE LOCALI Prezzo: € 195.000,00
Bresso (MI), PROPONIAMO in VENDITA OTTIMO appartamento di 3 locali, disposto su due livelli con bassissime spese condominiali, composto da soggiorno con cucina a vista, balcone, disimpegno,bagno con f..[leggi]

Ricerca immobile

Contratto: Vendita Affitto Tipologia: Regione: Prezzo Min(€): Prezzo Max(€):

Utilità


Vuoi conoscere la rata del tuo mutuo: clicca sotto




Vuoi conoscere quanto spenderai di imposte (Registro + Catastale + Ipotecaria) per il tuo acquisto?





News

01-09-2017
Usucapione, non bastano diffida e vendita del bene
Non basta mandare diffide e proteste, non basta neppure vendere la proprietà: i termini dell’usucapione decorrono inesorabilmente e allo scadere dei vent’anni il possessore può esercitarne il diritto.

01-06-2017
Mutui vantaggiosi
In uno scenario di tassi di interesse ancora bassi, mutui più facili da sottoscrivere, tensioni geopolitiche contenute, nel 2017 gli italiani continueranno a cambiare casa. Il 2016 si è chiuso con un bilancio positivo. I dati dell’agenzia delle Entrate evidenziano che nei primi nove mesi c’è stato un incremento medio delle transazioni del 20,3%. Nomisma stima che l’anno passato si sia chiuso con 517.164 transazioni (in aumento del 16,3% sull’anno prima) e ritiene che, se lo scenario si manterrà positivo, il 2017 registrerà 552.602 compravendite in rialzo del 6,9% sul 2016. Il 2016 si è chiuso con quotazioni in lieve calo, ma in alcune grandi città come Milano i valori al metro quadrato iniziano a salire, anche se segnano crescite dell’1-2% al massimo.

04-04-2017
Il punto sul mercato immobiliare italiano
Il mercato immobiliare sembra tornare a crescere, pur rimanendo in un clima di incertezza, e i primi mesi del 2017 hanno registrato nuovo interesse per l’acquisto, complici i prezzi degli immobili particolarmente interessanti, come da qualche anno a questa parte, e la possibilità di avere mutui prima casa a tassi vantaggiosi per la politica economica tuttora in atto. Il 22 marzo Nomisma ha presentato la prima analisi 2017 dell’Osservatorio Immobiliare, evidenziando segnali di rialzo delle compravendite residenziali. In particolare, se le compravendite 2016 sono stimate a quota 528.865, per l’anno in corso si prevede un aumento a 565.391, per arrivare a 584.523 nel 2018 e ad un ulteriore incremento nel 2019. Aumentano anche le erogazioni dei mutui, sempre più competitivi, e anche in questo caso Nomisma prevede una decisa crescita nei prossimi due anni. Nel dettaglio, il 2016 secondo i dati dell’istituto ha visto erogazioni per 49,3 miliardi, che potrebbero facilmente arrivare a 52,1 nell’anno in corso. Il 2018 si prospetta invece un anno stabile per le erogazioni, senza balzi in avanti, per i quali sarà necessario attendere il 2019.

31-01-2017
Bonus ristrutturazioni 2017
Il Bonus ristrutturazioni è stato confermato anche per il prossimo anno. Fino al 31 dicembre 2017 i contribuenti potranno usufruire dello sconto Irpef del 50% sulla spesa sostenuta per interventi di ristrutturazione del proprio immobile. È arrivata quindi la conferma ufficiale che il Bonus ristrutturazioni e la detrazione Irpef al 50% per spese fino a 96.000 euro potrà essere richiesto fino al 31 dicembre 2017. Si tratta della conferma di un’importante agevolazione per chi vuole affrontare una spesa, anche più corposa, per migliorare la propria casa.

23-11-2016
Ristrutturazioni, allo studio bonus del 75%
Su Eco-bonus e Sisma Bonus per i condomini il Governo è al lavoro. Il rebus da risolvere, però, non è solo la copertura: si tratta di individuare la formula vincente per spingere centinaia di migliaia di condomini a intraprendere opere di riqualificazione che fruttino effettivamente un apprezzabile risparmio energetico e non solo fiscale, per chi esegue i lavori.

30-09-2016
Agevolazioni fiscali, Eco-Bonus 2017: Renzi conferma la proroga al 65%
La misura fiscale che consente di intervenire nelle case per l’adeguamento sismico oltre che per l’efficientamento energetico sarà prorogata: chi potrà avrà l’Eco-Bonus del 65% anche nel 2017.

29-08-2016
Trovare casa in quattro mosse
Per chi si appresta a cercare casa le regole di base dovrebbero essere due: niente fretta e sotto con le ricerche su Internet. La Rete è ormai il primo canale da cui partire. Secondo una ricerca, oltre il 60% degli interessati inizia proprio dal web, mentre il 25% parte dagli annunci delle vetrine delle agenzie immobiliari e solo il 15% parte dai tradizionali cartelli “vendesi”. Quanto agli immobili, invece, un'indagine spiega che in media gli italiani visitano ben 9 immobili diversi prima di prendere una decisione. Per fortuna oggi ci sono tutti gli strumenti per accorciare il tempo della ricerca e ottimizzare le visite.

16-06-2016
Registrazione del contratto di locazione: a chi spetta e chi paga le spese
La legge di Stabilità 2016 ha modificato le norme sulla registrazione dei contratti di affitto. A partire dal 1º gennaio la registrazione spetta, infatti, solo al proprietario di casa che deve realizzarla nel limite perentorio dei 30 giorni. Il locatore e il conduttore devono corrispondere l'imposta di registro in parti uguali.

17-05-2016
Condominio, dal rimprovero verbale al licenziamento, tutte le sanzioni ai custodi
Come tutti i lavoratori, anche il portiere del condominio ha il dovere di attenersi al proprio contratto di lavoro, senza infrangerne le regole. Ma cosa succede se viene meno ai suoi obblighi, arrivando in ritardo rispetto all’orario stabilito, presentandosi ubriaco, assentandosi senza permesso oppure rifiutandosi di consegnare la posta? I doveri dell’amministratore: In tal caso, l’amministratore di condominio, in veste di datore di lavoro, attraverso l’istituto della contestazione disciplinare, provvederà a richiamare il lavoratore riguardo l’eventuale infrazione e successivamente potrà infliggere una sanzione, secondo la gravità dell’inosservanza, come previsto dall’articolo 7 della legge 300/1970 e dalla contrattazione collettiva. I contratti collettivi stabiliscono, in base al peso della violazione, una serie di provvedimenti disciplinari che, in ordine di gravità, sono: rimprovero verbale, rimprovero scritto, multa, sospensione dal servizio e dalla retribuzione per un massimo di cinque giorni (si veda il Ccnl Proprietari di fabbricato) o per dieci giorni (Ccnl Studi professionali e Ccnl Amministratori di condominio) fino ad arrivare, nei casi più gravi, al licenziamento disciplinare per giustificato motivo soggettivo (con preavviso) o per giusta causa (senza preavviso). Tempistiche da rispettare: Fatta eccezione per il rimprovero verbale (che deve essere immediato) le contestazioni devono essere sempre comunicate per iscritto dall’amministratore di condominio, tramite raccomandata a mano oppure con ricevuta di ritorno, con tempestività rispetto al verificarsi dei fatti e riportandoli in modo chiaro e preciso. Non potrà essere ritenuta valida la contestazione avvenuta per un fatto avvenuto mesi addietro, anche se l’evento è grave (come un portinaio che abbia prelevato del denaro da un appartamento), fermo restando il fatto che il datore di lavoro dovrà avere il tempo di venire a conoscenza dell’illegittimità della condotta del lavoratore e quindi di contestare (Corte di cassazione, sentenza 6348/2000).

25-03-2016
Riqualificazione energetica nei condomini
I contribuenti che rientrano nella “no tax area”, che non versano quindi Irpef, non devono più rinunciare alla detrazione del 65% delle spese sostenute per la riqualificazione delle parti comuni degli edifici nel 2016, ma possono cederla agli stessi fornitori che hanno eseguito i lavori o le prestazioni come parte del pagamento dovuto. Oggi l’agenzia delle Entrate ha spiegato come funziona tale meccanismo previsto dalla legge di Stabilità. La scelta di cedere il credito deve risultare dalla delibera assembleare che approva gli interventi oppure può essere comunicata al condominio che la inoltra ai fornitori. I fornitori, a loro volta, devono comunicare al condominio l'avvenuta accettazione del credito a titolo di pagamento di parte del corrispettivo per i beni ceduti e le attività prestate. Per rendere efficace tutta l'operazione, sottolinea l’amministrazione fiscale, il condominio è tenuto a trasmettere entro il 31 marzo 2017 un’apposita comunicazione telematica all'agenzia delle Entrate con il canale Entratel o Fisconline contenente: il totale della spesa sostenuta nel 2016 per lavori di riqualificazione energetica su parti comuni, l’elenco dei bonifici effettuati per il pagamento delle spese, il codice fiscale dei condòmini che hanno ceduto il credito e l'importo del credito ceduto da ciascuno, il codice fiscale dei fornitori cessionari del credito e l'importo totale del credito ceduto a ciascuno di essi. Il condominio, inoltre, è tenuto a comunicare ai fornitori l'avvenuto invio della comunicazione all'Agenzia delle Entrate. I contribuenti beneficiari La disposizione riguarda esclusivamente le spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni degli edifici, per le quali spetta la detrazione dall'imposta lorda del 65 per cento. I contribuenti che ricadono nella “no tax area”, cioè i possessori di redditi esclusi dall'imposizione Irpef per espressa previsione o perché l'imposta lorda è assorbita dalle detrazioni per redditi previste dal Tuir, normalmente non possono fruire di tale agevolazione, che spetta solo fino a concorrenza dell'imposta lorda. Con la cessione del credito, invece, la detrazione per la riqualificazione energetica apre anche a questi contribuenti, che possono farla valere come parte del pagamento da loro dovuto in base alla tabella millesimale di ripartizione delle spese condominiali. Utilizzo del credito da parte dei fornitori I fornitori che ricevono il credito come pagamento possono utilizzarlo esclusivamente in compensazione in dieci rate annuali di pari importo, a partire dal 10 aprile 2017. La quota del credito non fruita nell'anno è utilizzabile negli anni successivi e non può essere chiesta a rimborso. Il modello F24 per la compensazione deve essere presentato tramite il servizio telematico Entratel o Fisconline. L'Agenzia, con apposita risoluzione, istituirà il codice tributo per l'uso del credito d'imposta da indicare nell'F24.

01-03-2016
Fisco, "2015 annata record per la lotta all'evasione"
La lotta all'evasione ha fruttato 14,9 miliardi di euro nel 2015. Si tratta,della "somma più alta mai riportata nelle casse dello Stato"

17-02-2016
IL CONDOMINIO: Le morosità si possono cedere
La cessione del credito, nonostante sia scarsamente utilizzata, è consentita dalla legge anche in ambito condominiale, a patto che non sussistano i divieti...

03-02-2016
Affittopoli a Roma: oltre 100 milioni di perdite l’anno per le casse del Comune
Una volta terminato questo lavoro su tutto il patrimonio del Comune forse arriveremo a proiezioni ben superiori» a una perdita di 100 milioni l’anno per le casse del Campidoglio a causa degli affitti delle case del Comune a prezzi stracciati. Così il commissario di Roma Francesco Paolo Tronca in un’intervista a Raiuno. Il controllo «dobbiamo svolgerlo in tempi rapidissimi e con la tecnologia più avanzata», ha detto Tronca, spiegando che «io e il mio staff, quando siamo arrivati, siamo rimasti stupiti dal fatto che non ci fosse un censimento completo: francamente è un’anomalia per un’amministrazione e qualche dubbio te lo fa anche nascere.

25-01-2016
Sblocco Patto di Stabilità: ai Comuni 2 miliardi nel 2016
Grazie alla Legge di Stabilità nel 2016 almeno 2 miliardi di Euro, cioè più dello 0,1% del Pil, saranno sbloccati a favore dei Comuni.

11-01-2016
Borse europee positive dopo una settimana shock
Dopo una drammatica prima settimana dell’anno (-7% in media la performance dei listini europei) le Borse europee cercano la via dell’assestamento. Nonostante il nuovo crollo della Borsa di Shanghai, ancora pesantemente penalizzata dalla volatilità, le piazze azionarie viaggiano tutte in rialzo.

30-12-2015
Sul mattone italiano torna a splendere il sole dopo sette anni di sofferenze.
E nel corso del 2016 il mercato immobiliare italiano e quello europeo dovrebbero lasciarsi alle spalle definitivamente la crisi iniziata nel 2008. Il nuovo rapporto prevede che nel 2015 in Italia il settore faccia segnare +3,7% sul 2014, con un fatturato di 112 miliardi di euro rispetto ai 108 miliardi dello scorso anno, quando la crescita era stata dell'1,8%. Secondo gli esperti di Scenari Immobiliari, nell'ipotesi migliore ci si attende mezzo milione di compravendite nel 2016, quando si prevede che i prezzi tornino a salire. Però le incognite, avverte l'istituto di ricerca, sono importanti e condizionano le previsioni, dai mutui alla ripresa economica passando per il peso della riforma del catasto. Il comparto residenziale, il più importante del settore, a fine 2014 ha fatto segnare un fatturato di 81 miliardi di euro, in aumento dell'1,2% rispetto al 2013. Quest'anno la crescita prevista è del 3,7% e nel 2016 dell'8,3%. In ripresa anche il mercato delle seconde case nelle località turistiche, che dovrebbe passare dal -3,1% del 2014 al +3,2% quest'anno. Quanto ai prezzi nominali delle case, in Italia quest'anno resteranno più o meno stabili (+0,6%) mentre torneranno a crescere con maggiore decisione nel 2016 (+1,9%).

23-12-2015
Stop tasse casa, sicurezza banche, incentivi imprese: la manovra 2016 è legge
Con la versione definitiva della manovra viene eliminata dal 1° gennaio 2016 la tassa sulla prima casa, come già previsto dal testo originario varato dall’esecutivo, e con i ritocchi apportati dal Parlamento viene dimezzata quella sugli immobili dati in comodato d’uso a figli e genitori.

30-11-2015
IMU - TASI
Il prossimo 16 dicembre si torna alla cassa per Imu e Tasi, le imposte municipali sugli immobili. Sarà l'ultima scadenza per la Tasi sulla prima casa, salve le eccezioni per case “di lusso”, ville, palazzi e castelli: così propone infatti il disegno di legge di Stabilità 2016, ancora in discussione al Parlamento.

22-10-2015
La Bce vede la svolta per il mercato della casa
Un dossier di Francoforte sottolinea la sostenibilità della ripresa, dopo che la grande crisi ha riequilibrato i valori che avevano assunto le proporzioni di una bolla. Bilanciato anche l'andamento tra aree metropolitane e rurali, così come il rapporto tra reddito disponibile e prezzi delle case.

15-10-2015
Rent to buy, il contratto dell'affitto che fa diventare proprietari di casa
È un nuovo tipo di contratto in cui si fondono un contratto di locazione e un preliminare di vendita di un immobile. Significa che il proprietario consegna fin da subito l’immobile al conduttore-futuro acquirente, il quale paga il canone; dopo un certo periodo di tempo il conduttore può decidere se acquistare il bene, detraendo dal prezzo una parte dei canoni pagati.

01-10-2015
Certificazione energetica degli edifici, in vigore le nuove regole
Entrano in vigore oggi 1° ottobre i decreti del Ministero dello Sviluppo Economico che completano il quadro normativo in materia di prestazioni energetiche degli edifici. Attestazione della Prestazione Energetica degli edifici (APE 2015). Il nuovo APE sarà uguale per tutto il territorio nazionale e offrirà al cittadino, alle Amministrazioni e agli operatori maggiori informazioni riguardo l’efficienza dell’edificio e degli impianti, consentendo un più facile confronto della qualità energetica di unità immobiliari differenti e orientando il mercato verso edifici con migliore qualità energetica. Le classi energetiche passeranno da sette a dieci, dalla A4 (la migliore) alla G (la peggiore). Il certificatore incaricato di redigere l’APE dovrà effettuare almeno un sopralluogo presso l’edificio o l’unità immobiliare oggetto di attestazione. L’APE dovrà indicare le proposte per migliorare l’efficienza energetica dell’edificio, distinguendo le ristrutturazioni importanti dagli interventi di riqualificazione energetica, e le informazioni su incentivi di carattere finanziario per realizzarli. Infine, il decreto definisce uno schema di annuncio di vendita e locazione che uniforma le informazioni sulla qualità energetica degli edifici, e istituisce un database nazionale dei certificati energetici (SIAPE).

15-09-2015
Abi ed Agenzia Entrate: immobili in ripresa
Adesso anche l’Associazione Bancaria Italiana e l’Agenzia delle Entrate si uniscono al coro degli esperti che, come già ha fatto Immobiliare.it con il suo Osservatorio periodico sul mercato residenziale italiano, certificano uno stato di salute decisamente migliore per il mattone italiano. Secondo quanto si legge nei documenti diffusi alla stampa di settore, nel corso del 2014 le compravendite sono tornate a crescere su tutto il territorio nazionale con solo pochissime eccezioni; Aumentano notevolmente, sia pur mantenendosi all’interno di una crescita percentuale ad una sola cifra, anche le compravendite di Torino e Milano (rispettivamente +5,4% e +5%) e Palermo (+4%). Fra i grandi centri, l’unico che ha visto scendere il valore percentuale è Napoli. Nel capoluogo campano l’Agenzia delle Entrate e l’Abi hanno registato un -3,7%. La notizia ha una valenza enorme visto che, con 421.000 unità immobiliari compravendute nel corso del 2014, si inverte una tendenza al netto ribasso ormai in atto fin dal 2007. Ad influire positivamente, chiarisce ancora la nota, è stata l’entrata in vigore delle nuove norme in merito alle imposte di registro, ipotecaria e catastale. Oltre a questo, gli altri fattori che hanno contribuito positivamente sono stati un ritrovato sentimento di fiducia da parte di consumatori, la diminuzione dei prezzi, la riduzione dei tassi di interesse cui sono legati i mutui e, ultimo ma non meno importante, il fatto che si fosse ormai raggiunta una soglia minima di compravendite.

01-03-2015
Expo Milano 2015
Expo Milano 2015 è l’Esposizione Universale che l’Italia ospiterà dal primo maggio al 31 ottobre 2015 e sarà il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione. Per sei mesi Milano diventerà una vetrina mondiale in cui i Paesi mostreranno il meglio delle proprie tecnologie per dare una risposta concreta a un’esigenza vitale: riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri. Un’area espositiva di 1,1 milioni di metri quadri, più di 140 Paesi e Organizzazioni internazionali coinvolti, oltre 20 milioni di visitatori attesi. Sono questi i numeri dell’evento internazionale più importante che si terrà nel nostro Paese. Expo Milano 2015 sarà la piattaforma di un confronto di idee e soluzioni condivise sul tema dell’alimentazione, stimolerà la creatività dei Paesi e promuoverà le innovazioni per un futuro sostenibile. Ma non solo. Expo Milano 2015 offrirà a tutti la possibilità di conoscere e assaggiare i migliori piatti del mondo e scoprire le eccellenze della tradizione agroalimentare e gastronomica di ogni Paese. Per la durata della manifestazione, la città di Milano e il Sito Espositivo saranno animati da eventi artistici e musicali, convegni, spettacoli, laboratori creativi e mostre.

04-10-2014
TASI
Per capire quando occorre pagare la Tasi, e calcolare il dovuto per l'acconto, occorre prima di tutto capire qual è la situazione nel Comune in cui si trova l'immobile: l'acconto del 16 ottobre, infatti, è dovuto solo nei Comuni compresi nell'elenco ufficiale degli enti che hanno pubblicato le delibere tra il 1 giugno e il 18 settembre.

21-05-2014
Il rinvio della Tasi non tocca la prima casa
La semi-proroga della Tasi comunicata lunedì dal ministero dell'Economia, che sposta a settembre il pagamento del nuovo tributo per quel che riguarda gli immobili diversi dall'abitazione principale nei Comuni che non deliberano in tempo, piace ai sindaci ma fa arrabbiare gli altri soggetti.

18-04-2014
Irap più leggera per le imprese
Per quanto riguarda l' Irap, l'aliquota principale passerà dal 3,9% al 3,5% nel 2015, mentre per quest'anno si prevede un'aliquota intermedia pari al 3,75%. Scendono anche le altre aliquote previste per banche e agricoltura, rispettivamente dal 4,2 al 3,8% e dal 5,9 al 5,3%.

02-04-2014
Disoccupazione ai massimi da 37 anni
Secondo l'Istat il 42% degli Under 25 è senza un'occupazione, mentre sale al 13% il tasso complessivo (+1,1%), mai così in alto dal 1977. Negli ultimi dodici mesi hanno perso il lavoro circa mille persone al giorno.

11-03-2014
MUTUI - Il mercato immobiliare italiano è tornato indietro di 30 anni
Nel 2013 le compravendite residenziali sono diminuite del 9,2%, sotto i livelli del 1985; sono stati erogati mutui per l'acquisto di un'abitazione per 17,6 miliardi di euro, il 10,6% in meno rispetto al 2012.

28-02-2014
Il FISCO che cambia: è in arrivo il nuovo CATASTO
Riforma del catasto, lotta all’evasione, agevolazioni e incentivi. Il fisco italiano è pronto a cambiare dopo che la Camera ha dato ieri il via libera definitivo alla delega fiscale.

14-02-2014
TASSO DI INTERESSE LEGALE
A partire dal 01 gennaio 2014 il tasso di interesse legale è sceso dal 2,5% al 1%. Per i mediatori, è importante sapere che, il tasso di interesse stabilito per legge riguarda, oltre che i rapporti tra i cittadini e lo Stato, ad esempio in caso di pendenze fiscali, tutti i contratti in cui le parti non abbiamo concordato un diverso interesse ed in particolare: * il calcolo degli interessi per i capitali dati a mutuo, ove non siano stati determinati per iscritto (art.45 c.2 TUIR) * il calcolo dei coefficienti per la determinazione del valore dei diritti di usufrutto.

04-02-2014
TRASFERIMENTO DI IMMOBILI
Con la Legge 27.12.2013 n. 147 (cd. Legge di Stabilità) è stato introdotto l’obbligo per il notaio rogante di depositare tutte le somme che riceve al momento della stipula dell’atto di compravendita immobiliare (ma non solo) su un apposito conto corrente dedicato, somme che verranno svincolate solo dopo aver provveduto alla registrazione e pubblicità dell’atto e previa verifica dell'assenza di formalità pregiudizievoli ulteriori rispetto a quelle esistenti alla data dell'atto.

28-01-2014
Affitti: stop ai pagamenti in contanti
Dal 1 gennaio 2014 è vietato versare in contanti il canone di locazione di qualsiasi abitazione, per qualsiasi importo.

25-01-2014
TARES - tassa rifiuti
Aumento a dicembre 2013 La sorpresa amara ci sarà con l’ultima rata, quella di dicembre 2013, che vedrà l’applicazione della maggiorazione di 30 centesimi di euro a metro quadro. Una maggiorazione nata per coprire i costi dei servizi indivisibili comunali, quali manutenzione manto stradale, pubblica illuminazione, ecc. La maggiorazione in questione è riservata allo Stato e deve essere versata in unica soluzione, unitamente all’ultima rata della Tares, utilizzando il modello F24 o il bollettino di conto corrente postale in via di approvazione.

15-01-2014
IMU
Il 24 Gennaio 2014 scade il termine di pagamento della MINI IMU per i cittadini!